Associazione Softair Italia CSEN

Torneo Bat 21-2012

is viagra bad for your heart

sildenafil cost

Le ultime righe voglio utilizzarle per esprimere due pensieri che non riguardano specificatamente la BAT 21, ma che comunque ritengo doveroso pubblicare in una rivista che tratta di questa magnifica disciplina.

Foto 003Punto primo, ringrazio che ci siano associazioni come quella in cui ho l’onore di essere socio, che mettano davanti a tutto dei valori come il rispetto, la lealtà, la correttezza e l’amicizia. Non può esserci futuro (e non ci sarà mai!) per quelle persone/associazioni contraddistinte da una spregiudicata arroganza e da una voglia di vincere “costi quel che costi”. I risultati non tarderanno ad arrivare se come obiettivo ci poniamo quello di promuovere uno sport sano e quello di creare gruppi uniti fra loro, amici e compagni prima che soci.

Secondo, una piccola lezione di etimologia: tutti noi associamo alla parola “sacrificio” un’immagine negativa, dolorosa o faticosa. Vogliamo fare meno sacrifici possibili, nello sport come nella vita in generale. Tuttavia il sacrificio (letteralmente) è il compimento di un'azione sacra (non necessariamente religiosa, eh!) che, in quanto tale, celebra il sacro, celebra ciò che importa, celebra il valore che dà un senso a noi stessi e alla vita e non va trascurato, specie nella minutezza della quotidianità. Perché si tende a fare come diceva Goethe: "Siamo capaci di fare molti sacrifici nelle cose grandi, ma di rado siamo in grado di sacrificare le piccole".

E allora fatemelo dire…. VOGLIO SACRIFICARMI ANCORA PER RICREARE EVENTI COME QUESTO, UN EVENTO IN CUI NOI TUTTI SIAMO VINCITORI!

Foto 004

 

 

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter